La storia

LogoVecchio

 

La storia di Asta del Mobile comincia nel 1993 a Cavallermaggiore, da un’ idea originale del fondatore Yvan Mutta, l’azienda propone il concetto di “asta” offrendo mobili convenienti e veri affari, linee d’arredo provenienti da fine serie, chiusure di attività o fallimenti di aziende leader nel settore.

 

Alla fine degli anni 90 Asta del Mobile diventa leader in Italia nella produzione di arredi rustici e classici in legno massello, scegliendo di collaborare con artigiani selezionati per la trasformazione del legno, sfruttando la crescita dell’importazione del legno massello proveniente dall’est Europa, sviluppatasi in quegli anni.

 

Nel 1995 viene studiato il marchio di Asta del Mobile e viene scelto il genio della lampada per sottolineare l’immagine di un’azienda in grado di “esaudire i desideri” di tutti i clienti, proponendo linee di arredo sempre convenienti e originali.

 

Nello stesso anno apre un nuovo punto vendita a Finale Ligure, in provincia di Savona, che diventa rapidamente il punto di riferimento della Liguria.

A seguire aprono il punto vendita di Arma di Taggia, provincia di Imperia, al fine di proporsi nel mercato francese e il punto vendita di Torino in Via Casteldelfino, nello storico edificio della nota ”Camsa”.

 

Negli stessi anni viene ideato il logo “Asta Mercato”, con l’obiettivo di offrire un servizio aggiuntivo al cliente, proponendo una linea di prodotti estremamente economici, con formula Cash & Carry.

Nel 2008 viene inaugurato il punto vendita di Castell’Alfero in provincia di Asti, nel 2009 il punto vendita di Leini in provincia di Torino, e nel 2010 il punto vendita di Genova nel cuore commerciale della città, in zona Campi.

 

Nel 2011 viene riprogettato il marchio Asta del Mobile nella sua forma attuale perché continui a rappresentare l’originalità e la modernità dell’azienda.