Bonus mobili 2016

Immagine_BonusMobili

 

Bonus mobili – Incentivi 2016

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può usufruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%.

Per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef sale al 50%.

La detrazione spetta per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di:
– mobili
– grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

Nell’importo delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purché le spese stesse siano state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione (bonifico, carte di credito o di debito).

Aprono all’ulteriore detrazione anche i lavori eseguiti su parti comuni degli edifici residenziali.

La realizzazione di lavori di ristrutturazione sulle parti comuni condominiali non consente pero ai singoli condomini (che usufruiscono pro quota della relativa detrazione) di detrarre le spese sostenute per acquistare mobili e grandi elettrodomestici da destinare all’arredo della propria unita immobiliare, ma solo per gli arredi delle parti comuni, come guardiole oppure l’appartamento del portiere.

Bonus mobili giovani coppie
Le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni, acquirenti di unita’ immobiliare da adibire ad abitazione principale, possono beneficiare di una detrazione Irpef del 50 per cento delle spese documentate sostenute, dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016, per l’acquisto di mobili ad arredo della stessa unita’ abitativa.

La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro e non è cumulabile con l’ordinario bonus arredi (comma 75, articolo della legge 208/2015).

Per avere ulteriori informazioni contattateci o consultate la circolare dell’Agenzia delle Entrate con la comunicazione ufficiale.